Il progetto sperimentale CORINAT (Coltivazione delle Risaie di elevato valore biologico e NATuralistico) nasce per verificare l’efficacia di alcune misure agro-ambientali, nel favorire la biodiversità nelle risaie della Lombardia.
Fornisce, inoltre, dati qualitativi e quantitativi sulla diversità e abbondanza di specie animali e vegetali in questi peculiari agroecosistemi. Il valore ecologico e naturalistico delle risaie, infatti, non è intrinseco della coltivazione del riso ma varia in relazione alla struttura e gestione dei campi, del paesaggio e della rete idrica associati.
Lo studio è stato svolto in aziende agricole situate nel territorio risicolo tra gli abitati di Giussago (provincia di Pavia) e Lacchiarella (provincia di Milano).

Il progetto ha valutato l’effetto dei seguenti fattori sperimentali sulla biodiversità (comunità di invertebrati e di uccelli) e sulla produttività delle risaie:

• creazione di riserve d’acqua permanentemente allagate durante la stagione vegetativa del riso, che permettano agli organismi acquatici di sopravvivere –  almeno in parte – durante le asciutte delle vasche di risaia;
• gestione della vegetazione spontanea sugli argini;
• sommersione delle stoppie durante l’inverno.

Sono stati inoltre studiati gli effetti sulle popolazioni di uccelli della creazione di aree umide nastriformi, di modesta estensione ma sparse fra i campi, ed è stata valutata l’efficacia della reintroduzione tra le vasche di risaia di specie vegetali un tempo diffuse ma diventate ormai rare.

Il progetto è stato finanziato dalla Direzione Generale Agricoltura e dalla Direzione Generale Sistemi verdi e paesaggio della Regione Lombardia, nell’ambito del Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2007-2008.



Guarda il VIDEO del Progetto CORINAT!
Link al Video disponibile su YOUTUBE:
http://youtu.be/5WEa6pb3w8Q